Come addensare in maniera perfetta sughi e salse: il metodo della nonna

Se sapete come addensare sughi e salse per farli avere la consistenza ideale, allora siete capitati nel posto giusto. Cucinare una salsa dalla consistenza a modo non è sempre un’impresa facile, anzi è ormai ritenibile un’arte. La consistenza giusta è ciò che fa essere perfetto il piatto che state preparando.

Che si parli del sugo del ragù o del sugo di un delizioso secondo piatto o della crema dolce per un dessert particolare, è la densità ciò che realmente fa la differenza. Se state preparando un sugo per la pasta sul fuoco, a prescindere che sia di carne o di verdure, per farlo rapprendere basta aumentare la temperatura del fuoco, pertanto facendo alzare la fiamma, e il liquido a mano a mano vaporerà e la salsa diverrà più densa.

Come addensare in maniera perfetta sughi e salse: il metodo della nonna

Il pericolo più grande però è quello di bruciare la salsa se la si cuoce a fiamma elevata o di farla attaccare al fondo della pentola. Il suggerimento della nonna per la salsa di conseguenza è di scegliere lunghe cotture ma a fiamma bassa, rimescolando ripetutamente. Più il sugo di pomodoro bolle, più diventa buono. L’alternativa è quella di utilizzare addensanti come amido di mais, farina di riso e fecola di patate.

Andiamo a vedere insieme come utilizzarli nella maniera esatta ed avere risultati ottimali. Se avete poco tempo a disposizione e non siete in grado di portare avanti lunghe cotture, potete aggiungere al sugo che state preparando un po’ di amido di mais, farina o fecola di patate. La cosa fondamentale è utilizzare poco prodotto per volta e aggiungerlo nel sugo utilizzando un colino.

Dopo aver messo l’ingrediente segreto, proseguite nel cucinare il vostro sugo a fiamma bassa, rimescolando di tanto in tanto. Il risultato porteràun sugo denso e gustoso. Se state preparando all’opposto un sugo di pesce con salsa, potete sempre farlo addensare utilizzando la cottura prolungata a fiamma bassa.

In alternativa potete utilizzare l’amido della pasta. Sarà sufficiente rimuovere la pasta a metà cottura, scolarla e terminare di cuocerla nel sugo, se essenziale mettete un po’ di acqua di cottura. Se si parla di un sugo di pesce “bianco” come quello delle vongole, per farlo rapprendere basta utilizzare un po’ di farina 00. Nello specifico basta mettere mezzo cucchiaio di farina in mezzo bicchiere di acqua calda, rimescolate bene il tutto e avrete finito.

Se all’opposto volete utilizzare l’amido di mais, basta metterlo al sugo dopo averlo sciolto in mezzo bicchiere di acqua. Lasciar bollire per 4, 5 minuti e il sugo è pronto e super addensato.

Lascia un commento

Cambia impostazioni sulla privacy