Avete un ospite celiaco? Ecco come potersi comportare in questa situazione

Oggi vedremo insieme come ci si deve comportare nel momento in cui si invita a pranzo una persona celiaca. Cosa fare se tra i vostri invitati nel famoso pranzo di Natale c’è un ospite ammalatoda celiachia. Niente panico, preparare un saporito pasto gluten free è più semplice di quanto si possa credere. 

Il primo step è informarsi, ossia domandare maggiori dettagli alla persona medesima che verrà a pranzo a Natale. Si deve comprendere se è intollerante al glutine e verificare che non abbia altre forme di allergie ed intolleranze alimentari. Il secondo step è fare la dovuta spesa, dando maggiore accortezza alle etichette.

Avete un ospite celiaco? Ecco come potersi comportare in questa situazione

Quasi sempre diversi alimenti insospettati comprendono tracce di farina o di glutine e di conseguenza risultano contaminati. Occhio a salumi, torrone, creme spalmabili e sicuramente i dolci caratteristicinatalizi. Per andare sul sicuro potete prediligere i prodotti che sulla confezione posseggono la spiga barrata. 

Nel momento in cui si invita una persona celiaca al pranzo di Natale le scelte sono due: cucinare solo portate gluten free per tutti i commensali o anche cucinare un menù a parte caratteristico per l’ospite celiaco. Noi vi suggeriamo di prediligere un unico menù uguale per tutti ed ideale di conseguenza a chi pena di celiachia, per evitare qualunque pericolo di contaminazione.

Se fate due menù separati e distinti dove rammentare che le pietanze senza glutine vanno sempre preparate in pentole divise e anche gli strumenti utilizzati devono essere differenti così come il piano di lavoro. È in ogni caso importantissimo lavare tutto, ogni angolo della cucina, prima di preparare ricette senza glutine. Il menù di Natale può possedere carne, riso, pesce, verdura, uova e latticini, frutta, legumi, ma non può avere ricette a fondo di grano, orzo, segale, farro, cuscus, seitan e grano khorasan.

Se non avete idea di cosa preparare, potete anche implicare l’ospite celiaco nella preparazione del menù gluten free, in fondo il Natale è equivalente di convivialità e si basa sullo stare tutti insieme. Per gli stuzzichini tartare di pesce o carne e un pinzimonio di verdure. Occhio ai taglieri di salumi e formaggi, perché parecchi includono glutine. Un’idea intrinseca sono i fritti fatti con pastella di farina di riso o di mais. Se non volete astenervi alla lasagna, basta prediligere la pasta senza glutine.

Per i secondi piatti salmone o orata con patate al forno o anche una fetta di carne con contorno di verdure di stagione. Via libera al vino e al brindisi, invece la birra va presa quella gluten free così come pandoro e panettone vanno acquistati senza glutine.

Lascia un commento

Cambia impostazioni sulla privacy