Pranzi e cenoni nelle feste lunghissimi: ecco quali cibi evitare dopo tali occasioni

Nel corso delle festività natalizie, è frequente abbondare con il cibo e alcol e, così, si mette a dura prova lo stato fisico del nostro stomaco. Tali giorni di festa possono, difatti, far venir fuori disturbi gastrici che richiedono di particolare accortezza. Oggi andremo a vedere insieme, pertanto, i cibi da evitare.

Pranzi e cenoni nelle feste lunghissimi: ecco quali cibi evitare dopo tali occasioni

Tra gli alimenti più indigeribili, ci sono i latticini. Il lattosio che si trovain essi, difatti, può generare diverse difficoltà per l’apparato digerente. È ugualmente rilevante fare attenzione alle bibite gassate. L’acidità di tali alimenti, infatti, può originare problemi gastrointestinali tra i quali possiamo enumerare reflusso, bruciore e brutta digestione.

I cibi acidi, come gli agrumi, il caffè, il peperoncino e la salsa di pomodoro, possono far accrescere il pericolo di reflusso, specialmente dopo i pasti copiosi caratteristici del periodo natalizio. I salumi, pur essendo un cibo classico delle festività, racchiudono grassi saturi che possono accrescere il senso di ingrossamento e pienezza, facendo scaturire, in diversi casi, anche a nausea e problemi digestivi.

Le spezie e i cibi piccanti, quasi sempre mangiati in eccesso nel corso di tali giornate, possono far venir fuori disturbi digestivi e ulcere, per colpa della capsaicina che si trova nei peperoni. Anche l’alcol stizzisce lo stomaco e genera disidratazione, di conseguenza è meglio evitarlo dopo le feste per impedire successivi problemi di salute. Si devono limitare, per di più, le merendine preconfezionate e i cibi pronti, in quanto possono appesantire i sintomi gastrointestinali.

È raccomandabile, all’opposto, scegliere un’alimentazione più leggera e digeribile. Brodo, riso bollito, pane, uova, pollo o tacchino alla piastra, carote e patate bollite possono sono i pasti perfetti, che sostengono lo stomaco a recuperare dalle ingozzatefestive. Il primo passo per riprendere la forma fisica, dopo esuberanti pranzi e cene festivi, è optare per una proporzionataidratazione., in quanto l’acqua sostiene il corpo a digerire le tossine raccolte, per colpa di cibi salati e alcol. 

Anche fare esercizio fisico può far riprendere il benessere dopo le feste: una camminata all’aria aperta, una sessione di yoga, o una lieve corsa possono affinare il metabolismo e a bruciare le calorie in sovrabbondanza ammassate nel corso i cenoni festivi. Il riposo, infine, ha un grande e fondamentale ruolo nel meccanismo di recupero del corpo. Per tutto ciò, è raccomandabile dormire le ore indispensabili ed avere un sonno di qualità, in maniera da regolamentare gli ormoni legati all’appetito.

In siffatto modo, si potrà tornare sia fisicamente che mentalmente in forma e si potrà essere capaci di affrontare il post vacanze con meno ponderosità.

Lascia un commento

Cambia impostazioni sulla privacy