La leggenda del bacio sotto al vischio: origine e motivo della sua fortuna

Oggi vedremo perché si dice che baciarsi sotto al vischio a Capodanno porta fortuna. Parliamo di un antichissimo rituale che si è conservato fino ai nostri tempi. Tra i diversi riti del giorno di San Silvestro verosimilmente il bacio tra innamorati sotto al vischio natalizio è quello più celebre e più ripetuto.

 Il bacio porta fortuna sotto al vischio natalizio rievoca un’originaria leggenda nordica, rigorosamente celtica, che ha come protagonisti la dea di origine celtica Freya e i suoi due figli Loki e Balder.

La leggenda del bacio sotto al vischio: origine e motivo della sua fortuna

Balder era il dio del Sole, era una persona buona, giusta ed amata da tutti, mentre il fratello Loki era l’esatto contrario, cioè iracondo, invidioso e spietato. Ingelosito dal successo del fratello Balder, Loki tentò di ucciderlo con un imbroglio. La madre Freya tendò invano di difendere l’amato figlio Balder, avvertendo in soccorso tutti gli animali della foresta, ma scordandosi di utilizzare il vischio.

Proprio il vischio infatti era la sostanza principale utilizzata da Loki per modellare l’arma utilizzata per ammazzare il fratello. Per tanti giorni a venire tutto il popolo pianse il dio del Sole Balder. Nel momento in cui però le lacrime della madre Freya caddero sul vischio restituirono vita a delle bacche rosse. Il nuovo vischio fu in grado a ridonare la vita al figlio adorato Balder. 

Con un bacio sotto al vischio natalizio la dea Freya ringraziò tutti coloro che aveva compianto per il figlio. Da allora in poi baciarsi sotto al vischio diventò un simbolo d’amore e di buona fortuna. La dea celtica, difatti, mutò la pianta che aveva salvato il figlio in un grande amuleto capace di offrire protezione eterna a qualunque persona si fosse baciato in maniera romanticasotto tale pianta. Il vischio natalizio d’allora in poi diventò il simbolo dell’amore che sconfigge l’amore.Gli innamorati non mancano mai di baciarsi sotto questa pianta nel giorno di Capodanno o più in generale nel corso delle festività natalizie. Il vischio di Natale, come lo conosciamo noi, è una pianta parecchio famosa che matura solo nel corso del mese di dicembre.

Si identifica per il colore delle sue foglioline verde rovente e per le bacche di colore rosso accesso. Pochi sanno che è una pianta di tipologia parassitaria e cresce su piante come querce, olmi, pini e noci. Viene spesso usato per le decorazioni natalizie sia in casa che nelle corone di fiori fuori porta. Quasi sempre lo troviamo anche disegnato sui tipici maglioni natalizi con cui si fanno le foto ricordo di Natale, stando ad una tradizione parecchio viva in America.

Lascia un commento

Cambia impostazioni sulla privacy