I migliori cibi dello street-food giapponese: la lista

Se vi trovate in vacanza in Giappone e volete sapere quali peculiarità dello street food giapponese dovete provare assolutamente allora questo articolo farà al caso vostro. Che sia sulle bancarelle di Tokyo o al mercato di Fushimi Inari di Kyoto, gustare i piatti dello street food è un’esperienza irrinunciabile.

Solo gustando queste bontà in strada è possibile capire davvero la cultura gastronomica del Sol Levante e le sue tradizioni da mille anni a questa parte. 

I migliori cibi dello street-food giapponese: la lista

Cominciamo la nostra lista con l’Ikayaki. Parliamo di piacevoli e irresistibili spiedini di calamari fritti che sono cotti sulla griglia al momento dinanzi a voi e poi insaporiticon invitantissima salsa teriyaki. Potete consumare gli ikayaki in tutti i mercatini della città di Tokyo. Questo street food è alquanto amato dagli occidentali, anche da quelli che non apprezzano il sushi e il pesce crudo. 

Continuiamo con il Kaarage che non è niente altro che il pollo fritto giapponese. Croccante fuori, morbido dentro: uno scoppio di gusto per istanti di puro piacere per le vostre papille gustative. Prima della frittura tale pollo viene marinato per 120 minuti in una particolare salsa a base di aglio, mirin, soia, mela, sake e zenzero fresco. Abbiamo anche le Takoyaki. 

Queste polpettine di pollo sono una delle peculiarità dello street food giapponese più bene amate dagli occidentali. Sono un piatto caratteristico della città di Osaka, anche se è possibile scoprire essenzialmente in tutto il Giappone. Vengono consumate in accompagnamento alla salsa teriyaki. 

Okonomiyaki, questo è cibo si presenta come un genere di pancake, ma viene fatto anche con cavolo cappuccio, uova e in fondo alla città dove lo comprate inseriscono nell’impasto ingredienti speciali come calamari, gamberi, pollo, molluschi o verdure. Kaki furai sono poi le ostriche fritte che sono davvero buone e tanto amate dagli Italiani in viaggio in Giappone. A differenza di quelle italiane sono più grandi e gustose. Noi italiani non siamo soliti consumarle fritte, ma crude.

I giapponesi amano consumare le ostriche fritte con contorno di sakè. Continuiamo con i dango che sono spiedini dolci formati da tante palline di riso fatto al vapore. Vanno mangiati con una particolare salsa agrodolce e posseggono un gusto originale, difficile da raccontare: si deve solo andare in Giappone e provarli.

I Mochi, sono un dolce giapponese modellati a pallina di riso piena di marmellata di fagioli rossi. Sembra strano vedendo la descrizione e gli ingredienti, ma è una delle peculiarità gastronomiche giapponesi più amate dagli occidentali. Infine abbiamo gli yakitori che sono tra le bontà più comunemente consumate dai turisti italiani in Giappone. Parliamo dei semplici spiedini di pollo i quali vengono consumati con la salsa teriyaki.

Lascia un commento

Cambia impostazioni sulla privacy