L’appello del Papa sui diritti umani: ecco cosa ha detto

Non è sicuramente un periodo facile per il nostro pianeta, dal punto di vista generico, parlando del contesto umano, ed anche il pontefice Papa Francesco I, di recente ristabilitosi dopo un’infezione che ne ha limitato l’attività nelle ultime settimane, ma proprio il pontefice ci ha tenuto a ribadire la lotta nell’ambito dei diritti umani, attraverso un vero e proprio appello.

La figura del Papa viene considerata particolarmente influente da quando a “vestirne la figura” è stato Papa Bergoglio che si è spesso identificato con una personalità piuttosto distintiva. In occasione di una ricorrenza piuttosto importante proprio nell’ambito dei diritti umani, il pontefice ha parlato.

Con il conflitto in Medio Oriente che raggiunge numeri importanti, Papa Francesco I si è espresso in una continua forma di “Lotta per migliorare e normalizzare i diritti umani”.

L’appello del Papa sui diritti umani: ecco cosa ha detto

papa francesco

Durante l’Angelus domenicale del 10 dicembre 2023 Papa Francesco I ha dichiarato “Molti passi avanti sono stati fatti. Ma tanti ancora ne mancano e a volte purtroppo si torna indietro“, uno spirito poco “convenzionale” rispetto alla tradizionale figura molto “basica” e poco schierata come quella del pontefice, in occasione del 75° anniversario della carta che definiva la Dichiarazione ufficiale dei diritti umani, di fatto un’importante firma del documento alla base della tutela della persona e del diritto internazionale umanitario, condizione che è fondamentale anche a suo dire, pur riconoscendo che in alcuni contesti c’è appunto un regresso.

Duro anche l’attacco alle forze che hanno portato ad una nuova forma di conflitto seppur con delle diversità importanti rispetto a quello in Ucraina, con dinamiche diverse: l’attacco delle forze di Israele di “risposta” dopo quello di Hamas ha aperto un conflitto e soprattutto sviluppato una nuova crisi umanitaria che è stata fin dal principio evidenziata proprio da Papa Francesco I, che si è ovviamente concentrato sulle sofferenze della popolazione proprio a causa del conflitto, come quasi sempre avviene, che ha ragioni sicuramente antiche ma anche molto “moderne”.

Ha menzionato anche le recenti prese di posizione sul clima da varie nazioni mondiali durante la Cop28 evidenziando quanto siano importanti i “risultati nella cura della nostra casa comune”.

Lascia un commento

Cambia impostazioni sulla privacy