Cosa succede quando mangiamo sempre ai soliti orari? Ecco la risposta dei nutrizionisti

Molti si chiedono se mangiare regolarmente a orari prestabiliti sia una pratica salutare o solo una consuetudine sociale. In realtà, a differenza del sonno, che beneficia del mantenimento di un orario costante per migliorare la qualità della vita e prevenire l’insonnia, l’orario dei pasti non è essenziale.

Questo significa che mangiare normalmente a pranzo a mezzogiorno e a cena alle 20 è solo una tradizione, ma non necessariamente benefica per il nostro corpo. Mentre la pausa pranzo in ufficio è obbligatoria e quindi siamo costretti a mangiare a quell’orario, pranzare e cenare sempre a casa con orari fissi è solo un’abitudine sociale che non sempre soddisfa le reali esigenze del nostro corpo. Seguire con preconcetti o banali abitudini degli orari fissi per i pasti può interferire con la nostra capacità di autoregolazione.

Secondo i nutrizionisti, sarebbe meglio organizzare i pasti in base alla fame e alle reali necessità del nostro organismo. Mangiare a pranzo a mezzogiorno anche quando non siamo molto affamati, solo perché è un’abitudine, fa male al nostro corpo. Non ascoltare e non soddisfare i bisogni del nostro corpo ci allontana anche da noi stessi.

Lo stesso vale per gli spuntini: se crediamo che mangiare ogni tre ore sia salutare, ci sbagliamo di grosso. Gli spuntini dovrebbero essere fatti in modo funzionale, non solo per abitudine. Dovremmo fare uno spuntino quando abbiamo fame, non solo perché è l’ora dello spuntino o del tè con i biscotti alle cinque. Dopo un allenamento intenso in palestra, invece, è consigliabile fare uno spuntino per recuperare le energie perse. Quello che conta è capire il nostro corpo e non seguire ciecamente le convenzioni sociali sugli orari dei pasti principali.

Ogni individuo è unico e agisce secondo le proprie regole. Perciò, dovremmo capire il nostro corpo e rispettarne le reali esigenze. Ci sono persone che mangiano molto in un solo pasto a pranzo e poi passano il resto della giornata solo con snack. Altri, invece, spesso saltano il pranzo per fretta o per lavoro e consumano solo una cena.

Dobbiamo valutare se arriviamo al pasto successivo con molta fame o se ci sentiamo stanchi dopo il pasto principale e, in caso positivo, migliorare le nostre abitudini. Secondo i nutrizionisti, la colazione rimane il pasto più importante della giornata.
Continua a leggere su MediaTurkey: Cosa succede quando mangiamo sempre ai soliti orari? Ecco la risposta dei nutrizionisti

Lascia un commento

Cambia impostazioni sulla privacy